Il Futuro della Medicina di Emergenza: Prima Simulazione di un Drone Ambulanza

Il 3 giugno 2024 nel piazzale della Sezione della Lega Navale di Marsala in contrada Dammuello si è svolta la prima dimostrazione di un intervento di soccorso con un innovativo drone ambulanza dotato di defibrillatore a bordo.

Il drone ambulanza, progettato per trasportare attrezzature mediche di primo soccorso come defibrillatori e kit di pronto intervento, rappresenta una rivoluzione nel campo della medicina di emergenza. Grazie alla sua capacità di essere rapidamente dispiegato in caso di emergenza, può ridurre significativamente i tempi di intervento, aumentando così le possibilità di salvare vite umane.

Durante la simulazione, sono state illustrate dal Governatore del Distretto 2110 del Rotary International Goffredo Vaccaro le capacità del drone ambulanza, la sua velocità di intervento ed ha sottolineato che “il fattore tempo è talmente importante da rendere questo progetto una priorità della nostra comunità e del Rotary”.

Erano presenti il Sindaco della Città di Marsala, On. Massimo Grillo, il Comandante del 37° Stormo Col. Daniele Donati, per la Centrale Operativa 118 di Palermo il dott. D’Angelo, il Presidente della Sezione locale della Croce Rossa Italiana Sig. Paolo Civello, l’istruttore sanitario della Sez. Provinciale dei Vigili del Fuoco La Sala, il Vicario del Direttore Generale dell’ASP dottor Minore e altre autorità inserite nel ruolo sanitario e di pronto intervento.

I partecipanti hanno avuto l’opportunità di assistere a una dimostrazione pratica del suo utilizzo in uno scenario di emergenza simulato. Il drone è stato manovrato in maniera perfetta e senza contrattempi dal pilota Claudio Cavalli, già pilota militare di F104 e pilota dell’Alitalia. contrattempi A svolgere la finzione di soccorritore è stato uno dei membri della Commissione del Distretto 2110 Rotary il dottor Giuseppe Angileri. Il progetto è supportato dal partner tecnico Southdrone S.r.l, che ha curato questa simulazione e che seguirà i processi e sviluppi futuri del programma.

Il Delegato al Progetto Riccardo Lembo ha spiegato i dettagli del funzionamento del sistema di soccorso mediante il drone ambulanza che parte da una chiamata al 118 che attiva la procedura per far alzare in volo il drone e prosegue, all’arrivo a destinazione del defibrillatore, con il suo utilizzo per il tramite delle informazioni fornite dall’operato da remoto.

Questo evento rappresenta un importante passo avanti nella medicina di emergenza, dimostrando come l’innovazione e la tecnologia possano essere utilizzate per migliorare la sicurezza e il benessere della nostra comunità. Con l’implementazione di droni ambulanza, Marsala si posiziona all’avanguardia nel campo della medicina di emergenza, dimostrando un impegno costante per la salute e la sicurezza dei suoi cittadini.

La presidente del Rotary Club Marsala Francoise Bouix, nel ringraziare le Autorità presenti alla simulazione ha illustrato il lavoro svolto negli anni dal Club di Marsala e dal Distretto e i suoi futuri sviluppi.