L’importanza del Dono nelle relazioni umane

Nello storico Circolo Lilybeo di Marsala, dall’architettura neoclassica, il 27 febbraio si è tenuto l’Interclub fra i Rotary Club Marsala, Castelvetrano Valle del Belice e Salemi. E’ stato un incontro informativo e formativo sulla Rotary Foundation sul tema “Importanza del dono nelle relazioni umane”. Ad approfondire brillantemente la tematica sono stati Vita Maltese, Delegata d’Area Drepanum per la Rotary Foundation e Domenico Cacioppo, Coordinatore distrettuale dei delegati per la Rotary Foundation della Sicilia Occidentale.

Oltre ai due relatori principali hanno dato il loro contributo per il Club di Marsala la presidente Francoise Bouix e il Delegato del Club per la Rotary Foundation Salvatore Bottone, il Presidente Patrick Cirrincione e il Delegato Rotary Foundation Vincenzo Agate del Club di Castelvetrano Valle del Belice, la presidente Maria Antonella Ienna del Club di Salemi.

La dottoressa Vita Maltese, socia del Rotary Club Trapani Birgi Mozia, ha parlato del significato del dono nella storia dei popoli e del suo valore simbolico. Il dono è un viatico di amicizia dato gratuitamente, è un suggello d’amore, un segno di unione che va oltre le parole, è frutto di un’esperienza di ideali. Il dono implica colui che lo riceve e, quindi, è relazione con l’altra persona, il dono non è soltanto un oggetto, un gesto, una carità, ma è anche una concezione di vita: il donarsi della madre e del padre per il bene dei figli e della famiglia.

Ciò è essenziale e prioritario ma, al di là della famiglia, bisogna allargare gli orizzonti, andare oltre come fa la Rotary Foundation, è il donare e il donarsi per gli altri, per coloro che hanno bisogno, per una nuova umanità, donare il tempo per il volontariato e l’obolo, l’essere generosi per la solidarietà. In cambio scende dentro il cuore un sentimento di soddisfazione e di serenità per essersi resi utili per il bene degli altri.

Il dottor Domenico Cacioppo, del Rotary Club Menfi Belice Carboj, ha esposto le finalità della Rotary Foundation a cui i vari Club versano la quota annuale di ogni rotariano. La Rotary Foundation è il braccio operativo del Rotary International, senza la quale il Rotary International sarebbe un organismo di buoni propositi soltanto. Tramite la Fondazione, in collaborazione con la Fondazione Bill e Melinda Gates, è stata debellata la Polio nel mondo. Rimangono ancora soltanto pochi casi isolati in Afghanistan e Pakistan per motivi geopolitici. Già sono iniziati i progetti per andare oltre la poliomielite e potere debellare anche la malaria.

Vengono finanziati i progetti che riguardano i sette piani di intervento del R. I. che sono la costruzione della pace e prevenzione dei conflitti, prevenzione e cura delle malattie, acqua e strutture igienico sanitarie, salute materno infantile, alfabetizzazione ed educazione di base, sviluppo economico comunitario, sostegno ambientale. Sono progetti che interessano soprattutto le fasce più emarginate della società soprattutto nel Sud del mondo, come in Africa dove la povertà la fa da padrona. In un momento di crisi economica bisognerebbe incrementare le donazioni alla nostra Fondazione attraverso singole iniziative di ogni club per la raccolta di fondi, con il coinvolgimento dei soci e della comunità circostante. Ogni Club, singolo o insieme ad altri Club, può essere protagonista della presentazione di un progetto sia per il proprio territorio, sia per una nazione povera e, una volta approvato, usufruire del contributo del Distretto. In tal modo si fa esperienza diretta, si tocca con le proprie mani il problema che si vuole risolvere, si vive il vero spirito del Rotary.